Dal gioco al divertissement al gioco a. I

di acinephilo

D’altronde si dovrebbe trattare una questione piuttosto urgente. A proposito di un certo divertissement contemporaneo, volendo prescindere dalle premesse, possiamo giocare con le conclusioni nascondendo la coerenza delle nostre pellicole, dei nostri testi, delle nostre immagini, delle nostre pelli. Certo è importante distinguere, tracciare, delimitare, a tal punto che se non volessimo salvaguardare le traslazioni ed i rovesciamenti rischieremmo di fare il gioco della doxa bipartita. Quella doxa mediatizzata che, intendiamoci, insinua nei settori del quotidiano le sue pretese assolutistiche.

Eppure siamo convinti che vi sia contatto tra una certa maniera di “farsi veste estranea” e quel divertissement che tu connais – scrittore. Ce monstre délicat, – Hypocrite scrittore – notre semblable, – notre frère!